Alla luce delle nuove disposizioni della Presidenza del Consiglio dei Ministri emanate lo scorso 11 marzo e successive, gli Uffici della Fondazione per l’Arte e la Cultura Lauro Chiazzese sono temporaneamente chiusi.

Il personale della Fondazione lavora da remoto ed è disponibile ai seguenti recapiti:

info@fondazionechiazzese.it
+39 091 607 20202

In evidenza:

30/07/2020

XXII Premio Nazionale di Teatro Luigi Pirandello

AL VIA LA NUOVA EDIZIONE DEL PREMIO NAZIONALE DI TEATRO LUIGI PIRANDELLO Si aprono i termini per presentare le opere: c’è tempo fino al 15 gennaio […]
27/07/2020

Il fine e la fine del consenso – di Giovanni Puglisi

Il consenso è un fine e non già un mezzo. Accade invece sempre più di sovente che i termini si capovolgano e il consenso diventi il […]
14/07/2020

…ma un’avissi statu megghiu accussi? – di Salvatore Butera

Sere fa mi è capitato di rivedere in DVD un vecchio film di Luigi Zampa “Anni difficili” tratto con ampi mutamenti dal racconto di Vitaliano Brancati […]
13/07/2020

Minorenni solo per l’anagrafe – di Giovanni Puglisi

Finora gore era un’espressione abbastanza di nicchia , da qualche giorno invece è diventata  una nuova parola alla moda: tratta dal solito inglese, letteralmente vuol dire […]

La “Fondazione per l’Arte e la Cultura Lauro Chiazzese” è stata istituita nel 1958 con delibera del Consiglio di Amministrazione della Cassa di Risparmio Vittorio Emanuele per le Province Siciliane, per “onorare la memoria dell’indimenticabile suo Presidente scomparso, Prof. Lauro Chiazzese, Magnifico Rettore dell’Università di Palermo”. Successivamente, ha ottenuto il riconoscimento di persona giuridica con D.P.R. del 19 ottobre 1958. Oggi è iscritta nel Registro delle persone giuridiche della Regione Siciliana al n. 24. Sin dalla sua nascita la Fondazione Chiazzese ha svolto e promosso attività previste dai suoi fini istituzionali, consistenti nel “perfezionamento culturale e l’addestramento di giovani nelle diverse discipline”, nell’attuazione “di studi, ricerche, pubblicazioni ed inchieste” nei vari campi con“particolare riferimento ai problemi delle regioni meridionali in genere e della Sicilia in specie” e nella “raccolta di dati, informazioni, notizie e pubblicazioni … e la cura, in modo idoneo, della loro divulgazione anche mediante attività editoriali”.